domenica 31 maggio 2015

Ancora no

è l'amore tra le aule di facoltà
negli angoli scuri delle aule studio
tra una cicca e tavole di anatomia.
è l'amore dei baci leggei e dei flirt maldestri, dei biscotti al discount e delle notti pre esame.
Delle sere con la birra e con la timidezza di sfiorarsi appena
dei baci sulla bici e delle spalle che grattano contro i muri sotto casa.

è l'amore dei 20 anni. è l'amore più forte e più vero che proveremmo mai.

Abbiamo ancora questo, per poco, poi saremo gente che salva altra gente.
Ma per ora cantiamo e beviamo vino. Cantiamo certe notti e Luco Dalla .
Con una chitarra e con lambrusco e birra Peroni.
Con pagliette di tabacco sotto le unghie
e la capacità ancora di sedere a terra con le gambe incrociate.
Non dobbiamo ancora rispondere a una vita, non è ancora il momento.
Per ora abbiamo l'illusione che medicina sia questo. Parlare di diritti umani , di esami pato e farmaco.
Crediamo ancora sia avere ideali e non accettare vacanze da case farmaceutiche.
Non siamo ancora così corrotti

5 commenti:

  1. Pensa che ti troverai tra le mani la capacità di dare, salvare o distruggere 1 vita....a tuo immenso piacimento, in base a come ti sveglierai la mattina, in base a dei valori in cui credi o meno, in base a quanto avrai studiato, a qualche teoria o idea che ti farai sulle malattie, sui pazienti, dalla voglia che avrai quel giorno...mamma mia...io non accetterei mai nulla di così terrificante o volubile. Eppure serve. Già...eppure serve

    RispondiElimina
  2. Come sono belli gli anni dell'università, quando sei abbastanza grande per certe cose ma sufficientemente giovane per sottrarti a quelle responsabilità noiose - chiedere un mutuo, cercare lavoro, cercare un figlio - che un giorno ti piomberanno addosso.
    Goditi questi anni e quelle notti che sono "quel vizio che non voglio perdere mai".
    Un bacio!

    RispondiElimina
  3. Vicky,stai vivendo. Un post più meraviglioso non potevi scriverlo,e,come al solito,riesci a fare vedere la bellezza degli anni dell'università,anche a chi non riesce a viverli... ti abbraccio

    RispondiElimina
  4. che bello leggerti così
    fa bene all'anima pensare di una guarigione voluta, ttraverso la vita vissuta

    RispondiElimina