sabato 13 giugno 2015

Porto Sicuro

La mia pace è una terra lontanissima
Lì dove non ci si chiede più
Stiamo morendo o stiamo vivendo
lì dove nessuno sente perchè non c'è niente da sentire.
E tutto si distrugge, e niente si trasforma.
La mia pace è nel Porto Sicuro
non sei tu, non è umano,
è tra rapporti anatomici e tavole, biochimica e fantascienza.
è il Porto Sicuro, è dove tutto si ferma , è lunico luogo per cui ho riguardi .
è l'unico che mi ha salvato non passivamente, concedendomi di salvarmi.
L seconda possibilità.
è il Porto Sicuro in  quelle mattine bianche
Dove vedi nascere il bianco dal nero della notte, dal grigio di una sigaretta che si risolve in spirali leggere e catrame negli alveoli polmonari
Quelle mattine dove sei ricolmo di un fitto vuoto pressante
Il vuoto pneumatico che porta all'inevitabile accensione della spia: l'etere non è tranquillo.
C'è qualcosa che sai fare?
Sai abbracciarti dasolo?
Stringendo forte ,forte fino a comprimere il costato.
Nessuno potrà mai togliertelo. Quel preciso punto, la cui consapevolezza strappa un sogghigno. Saper scegliere il disco giusto per ogni occasione. E grondare di immersioni gelide di riconoscenza. Verso tutto questo. Verso le mani che mai ti hanno abbandonato, seppur avendoti spesso spinto nelle cavità  più buie.
Nella meraviglia di quell’abbraccio ridi la fantasia della pioggia appena raccolta.
A volte non si trovano aurore sul cammino, nessuna maledetta ragione per sopportare tutto questo. Ora che sei decisamente te. Disgiunto nel corpo e nella mente, cartesianamente inviolabile.
Se è vero che tutte le persone che siamo state dormono nel nostro inconscio con i loro traumi  per tornare nuovamente attive, allora siamo davvero fottuti.





















1 commento:

  1. Avere dei punti saldi giova all'anima e allo spirito. Penso sempre che..se non avessi un mio appoggio, sopratutto in questo periodo di forte stress mi sentirei un pesciolino fuori d'acqua. Quindi coraggio Vic! <3

    RispondiElimina